MY LIFE | Paure, cambiamenti e scoperte

5/19/2014

Ho un amico che vuole progettare da zero il mio sito ed aveva suggerito di incorporare anche un blog in modo tale da avere tutto in uno spazio solo.. ma sono indecisa, certo sarebbe un salto di qualità, ma a questo piccolo spazio oramai ci sono affezionata.. non so proprio che fare. All'inizio pensavo di tenere questo per i tutorial di Getty e l'altro nel sito per raccontare altro (tipo la mia vita ecc ecc) ma non gli darei il giusto valore poverino, lo aggiornerei poco ecc ecc.

Sono settimane che aspetto di poter pubblicare delle foto (lo avrei fatto di là appunto) .. di raccontarvi di come sono orgogliosa di me stessa ma non potevo più aspettare. Come sapete in questi mesi mi sono buttata sul cibo ma non perchè non mi interessino più i ritratti.. anzi ma mi piace variare. Torniamo a noi però.

Un giorno mi viene una gran voglia di fare la pasta in casa.. e visto che di un lavoro ancora non se ne vede nemmeno l'ombra e quindi ho tempo libero a volontà mi sono detta... facciamolo! E' stata la mia prima volta, ho voluto fare una sorpresa al mio ragazzo. Mi sono armata di tanta pazienza e ho deciso di fare le orecchiette. Io sono di origine pugliese e quando ero piccola vedevo sempre mia nonna fare queste prelibatezze. Per tenermi buona mi dava sempre un po' di impasto e mi diceva "crea quello che vuoi". Lei sfornava pasta, pizze, focacce e io.. una semi focaccina schiacciata (non proprio bellissima) ma sorridente.. perchè si, facevo gli occhi con i chicchi di caffè e un sorriso grande quanto tutto l'impasto con quello che avevo. Quando poi li dovevamo mettere nel forno ero tutta felice, un po' meno quando poi tiravo fuori la mia opera e mangiandola non aveva lo stesso sapore, e la stessa consistenza delle cose che faceva mia nonna ma ero felice. Da piccola non mangiavo molto ( ho comnciato dopo :D ) ma mi piaceva stare in cucina e mi piace tutt'ora!

La pasta l'ho fatta pensando a lei, alla mia nonna che ora non c'è più.. chissà se da lassù è fiera delle mie orecchiette, ancora un po' sgangherate, che con il tempo spero di fare perfette come le sue. Spero vi piacciano, ci ho messo davvero il cuore a farle. 




Ho deciso poi di accompagnarle ad un pesto di rucola.


Questo è il risultato finale, che presto sarà nel blog del mio ragazzo: Digiunare lontano dai pasti

 


6 commenti

  1. Amo le prime volte, quando si ha quella paura sottile di sbagliare ma si gusta l'emozione del debutto e la curiosità... sei stata bravissima, tua nonna ti guarda da un giardino fiorito (!) ed è fiera di te! La pasta fresca è uno dei cibi più "di famiglia" per eccellenza, scorrono tanti ricordi insieme al flusso di impasto...
    Buono pure il pesto! Sai che ho preso una piantina di rucola e la ho quindi sempre fresca in finestra? :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Fra! Hai proprio ragione, mentre le facevo mi sono venuti in mente tutti questi ricordi che poi ho deciso di condividere con tutti voi :))

      E allora che aspetti a fare un buonissimo pesto?? magari più buono del mio?? hihih

      Elimina
  2. da pugliese a pugliese, sei stata bravissima, io le prime le facevo sempre con il buco! una tragedia, la consistenza dell'impasto è fondamentale per una buona riuscita :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille!! Hai perfettamente ragione, mia nonna andava ad "occhio".. io ho provato con una dose mia e non sono riuscite benissimo come le sue perchè secondo me ho messo un pelo d'acqua in più rispetto a quanto andava ma conto di rifarle il prima possibile! :)

      Elimina
  3. Tua nonna sarà orgogliosissima di te ^_^ guarda come sono invitanti! E come già sai niente blog incorporato al sito!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hihi speriamo! Per il blog è sicuro.. con quello che ci ho messo a farlo così!! :D

      Elimina

Latest Instagrams

© Sabrina C. Design by Fearne.